Agricoltura altra e consumo critico nel Piacentino

 

LEGGI L'ARTICOLO SUL BLOG →

GUARDA IL VIDEO SU YOUTUBE →

Dopo il seminario “Contadini e Complici” tenutosi a Milano il 19 febbraio promosso da OSTeMi con il sostegno della Fondazione Bertuzzi, lo sguardo si volge alla realtà contadina nella provincia di Piacenza. Il 25 giugno si terrà il convegno “Agricoltura altra e consumo critico”. Una prima indagine conoscitiva ci rimanda un’immagine vivace e diversificata delle iniziative agricole sul territorio con una tenue ma caparbia riconquista della montagna e una diversificazione di attività sulle collline ed in pianura.

 

Sabato 25 Giugno 2016
Locanda I Melograni
Loc. Caratta Maruffi 55, 29020 Caratta (PC)

 

( VEDI L'EVENTO DI FEBBRAIO 2016 - MILANO →)

Il programma


ORE 9.00

Saluto ai partecipanti di Dino Magistrati, presidente della Fondazione Fabrizio Bertuzzi e Mina Losi

 

ORE 9.20 - Nuove forme di agricoltura contadina e territorio

Giorgio Ferraresi: Società dei territorialisti - OSTEMI (Osservatorio dei Territorialisti Milano)

 

ORE 9.40 - La neoagricoltura in provincia di Piacenza: un primo inventario delle esperienze in corso

Giuliana Cassizzi

 

 

ORE 11.00

PRESENTAZIONE DI AZIENDE DA PARTE DEGLI AGRICOLTORI

 

Alessandro Fontana - Azienda Agricola Lungacque, Caratta-Gossolengo

Un esempio di permacultura sperimentale: allevamento estensivo di pesci autoctoni, orto sinergico, agricoltura sociale.

 

Matteo Gazzola - Azienda Agricola Terre di San Giorgio, Podenzano

Produzione pomodori e ortaggi BIO in pianura. Un'eccellenza nel territorio piacentino.

 

Fausto Repetti - Campo dei Frutti, Piacenza

Raccolta frutta a mano diretta da parte del consumatore, produzione di frutti antichi.

 

Massimo Vignati Azienda - agricola La Bré, Calendasco

Un’azienda familiare che produce gallette di mais BIO e coltiva grano saraceno.

 

Cinzia Colombo - Cooperativa agricola sociale “I Perinelli”, Ponte dell’Olio

Produzione vino BIO; un esempio di agricoltura sociale che produce reddito in collina.

 

Paolo Rossini - azienda agricola Verde Lattuga, Mareto-Farini

Produzione di ortaggi in modo naturale seguendo anche i principi dell’agricoltura sinergica

 

Luca Ardigò - Mareto-Farini

Riprendere l’attività dei bisnonni in montagna: allevamento bovino e tanto lavoro per iniziare

 

Luca Modolo - Azienda agricola Modolo, Predalbora di Farini

Apicoltura biologica, eccellenza storica sul territorio. Lo stato dell’arte del marchio Natural Valley e dell’esperienza BioPiace

 

Franco Bonisoli - Azienda Agricola Caselasca di Sotto, Bettola – Ashram di Yoga di Gabriella Cella

Un progetto di vita, di contatti sociali e di agricoltura sostenibile

 

Fernando Tribi - Slow Food Piacenza

Le esperienze di Slow Food sul territorio, tra tutela e valorizzazione dei piccoli produttori

 

 

ORE 13.00: BUFFET

 

ORE 14.00 - Dieci aziende si riuniscono per condividere un percorso comune basato sulla ricerca della qualità e il contenimento dei prezzi

Filippo di Nicolò - MAG (mercato agricolo del gusto), Alseno

 

ORE 14.20 - L'esperienza dei gruppi di acquisto solidale nel piacentino

Lucia Zanoli e Samuele Bertoncini

 

ORE 14.40 - Considero valore: un blog ed una guida on line per selezionare i produttori che lavorano in modo naturale, artigianale, sano

Antonella Gallino, Piacenza

 

ORE 15.00 - Cibo Prossimo: un blog che promuove un'agricoltura sostenibile ed un nuovo sviluppo rurale attraverso la collaborazione fra gruppi di persone, mercati, negozi ed internet

Marco Garoffolo, Milano

 

ORE 15.20: DIBATTITO

ORE 16.00: CONCLUSIONI

 

Coordinamento: Lorenzo Spagnoli 

 

Contattaci!

Compila il form per richiedere informazioni. Assicurati di aver inserito un indirizzo e-mail corretto o non potremo risponderti.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Inserisci qui il tuo indirizzo e-mail per rimanere aggiornato sugli eventi e le attività organizzate dalla Fondazione.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per saperne di più o per modificare le impostazioni d'uso clicca qui. Continuando la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.